Le Categorie di Visti

I Tipi di Visto d'Ingresso

Parlando di visti di viaggio è utile ricordare che ci sono distinte categorie di autorizzazioni all'ingresso, diverse per finalità, tempi di soggiorno e destinatari.

Uno dei visti più noti è quello per i soggiorni di breve durata o di viaggi inferiori ai novanta giorni a scopo di turismo. Tale tipo di visto può prevede la possibilità per il turista d'effettuare, entro i limiti di tempo che si calcolano dal primo arrivo, più ingressi nel paese ospitante, evitando così di riattivare la procedura per la richiesta dell'autorizzazione.

Navigare Facile

In caso di viaggi più lunghi si può richiedere un visto per soggiorni di lunga durata per il cui rilascio vi sono norme diverse anche all'interno dell'area di Schengen. Tali permessi non consentono, infatti, ai turisti una circolazione pienamente libera tra i diversi stati europei che hanno scelto di abbattere le frontiere reciproche ed il transito tra essi è limitato a pochi giorni.

Food

Vi sono poi visti di transito, da richiedere nel caso in cui sia necessario attraversare un paese straniero mentre si raggiunge la destinazione finale del viaggio. Al fine d'ottenere questo speciale permesso di transito il turista deve dimostrare d'avere diritto ad entrare nel paese verso il quale è effettivamente diretto e che il passaggio sia necessario per giungere a destinazione.

Diffuso è anche il visto di transito aeroportuale il quale è, ad esempio, richiesto ai cittadini stranieri che fanno scalo in un aeroporto di un paese il quale abbia aderito ai Trattati di Schengen per raggiungere in seguito un paese escluso da tale area di libera circolazione.